In bici a comprare il pane

L’Elena, per Natale, mi ha regalato una bici per i miei giri tra casa nostra ed Axim. Per raggiungere il paese dalla nostra abitazione ci sono infatti un paio di km di strada, serviti abbastanza bene da taxi e furgoni, ma il mezzo pubblico in Africa non è mai una garanzia di spostamento in tempi brevi… quindi con la bici ho guadagnato in autonomia e rapidità.

L’Africa però è un continente dove l’uomo bianco viaggia di solito nel suo SUV, frequentemente a finestrini chiusi ed aria condizionata sparata, fregandosene del polverone che alza dalle strade solitamente sterrate. Polvere che poi si deposita sulle case vicine e sugli altri utenti della strada… ciclisti compresi. Quando piove è anche peggio: evitare il fango schizzato da un SUV richiede abilità sovrumane! Quindi vedere un bianco in bici è già di per se un evento inusitato. Ecco, a questo va aggiunto che ogni tanto parto alla volta di Axim con Martino, nostro figlio di 14 mesi, nello zaino sulle mie spalle. Come stamattina, quando sono andato a comprare il pane.

Al nostro arrivo qua in Ghana raccontavo di come girare per Axim con un passeggino attirasse su di noi l’attenzione di tutto il paese, ora che il passeggino è sdoganato (ne abbiamo visto un altro girare!) dovevamo pur trovare qualcosa con cui provocare  l’ilarità dei nostri compaesani…

Annunci

~ di olmaf su marzo 12, 13.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: